GARE ATTIVE

ID: 66 Scadenza: 06/07/2022 12:00
Scadenza: Servizi | Criterio: Qualità prezzo | Procedura: Aperta
CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELL’IMPIANTO SPORTIVO DI BORGAGNE

Aggiornamenti normativi

Il punteggio per le certificazioni non può essere...

L’appellante contesta la modifica di un sub-criterio di attribuzione dei punteggi per le certificazioni. Il punteggio all’aggiudicataria è stato attribuito prevedendo un punteggio proporzionale alla partecipazione al Rti in caso di certificazione posseduta da uno soltanto dei componenti dello stesso. Questa modalità “frazionata” di applicazione del criterio non era prevista nella lettera-invito. Consiglio d...
...

Secondo l’appellante il Commissario ad acta che ha adottato la determinazione oggetto di contenzioso avrebbe dovuto astenersi, in quanto incompatibile dal proseguire un’attività nella quale era già intervenuto adottando un provvedimento poi annullato dal giudice amministrativo e dal quale risulterebbero strascichi risarcitori che potrebbero coinvolgere lo stesso Funzionario.Ancor più in quanto dalla vicenda era de...
Interdittiva antimafia ed escussione della cauzione...

La stazione appaltante, a seguito di interdittiva antimafia, recede dal contratto di appalto ed all’ all’incameramento della cauzione definitiva. Il Consiglio di Stato ribadisce che  l’appaltatore è tenuto a rispondere del mancato adempimento mediante l’attivazione delle previste penali e fideiussioni. Nel caso in questione, essendo stata prevista una penale del 10% del valore del contratto, la richiesta dell...
Se il Bando prevede il Certificato di Collaudo...

Il Tar Puglia respinge il ricorso, evidenziando la diversa funzione del Certificato di collaudo e dei S.A.L. Appalto di lavori da aggiudicarsi con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. La ricorrente contesta l’attribuzione dei  punteggi. Il disciplinare di gara, per dimostrare le “analoghe esperienze lavorative”, relativamente all’elemento di valutazione in contestazione, imponeva che...
Affitto di azienda. La “regola iuris” dell’articolo...

Appalto per servizio di sanificazione con durata di tre mesi rinnovabili. L’appellante sostiene che l’aggiudicatario, ai fini della dimostrazione del possesso del requisito, non poteva avvalersi del contratto di affitto di azienda, perché di durata inferiore a quella minima prevista dall’art. 76, Requisiti per la qualificazione, comma 9, D.P.R. 5 ottobre 2010 n. 207, secondo cui “…Nel caso di affitto di...
Intesa Anac-sindacati: tutelare i lavoratori...

Le dichiarazioni di Busia “Attraverso il PNRR non dobbiamo solamente costruire nuove opere o offrire migliori servizi, ma anche conseguire in generale un progresso duraturo del nostro tessuto sociale ed economico. I contratti pubblici, in particolare ora con gli ingenti fondi Pnrr, costituiscono uno strumento fondamentale anche per la tutela dei lavoratori e dei loro diritti, anche in tema di salute e sicurezza. Garantire che nelle imprese...
Aumento imprevedibile dei costi. Variante o richiesta...

Qualora l’appaltatore subisca un imprevedibile incremento dei costi da sopportare per l’espletamento del servizio è possibile adottare una variante ai sensi dell’articolo 106 comma 1 lettera c) del Codice. Oppure, qualora si verifichi un aumento imprevedibile del costo del servizio in grado di alterare il sinallagma contrattuale rendendo il contratto eccessivamente oneroso per l’appaltatore, questi può sempr...
Distinzione tra concessione di servizi ed appalto...

La ricorrente chiede  la condanna della stazione appaltante al risarcimento dei danni subiti nel corso della esecuzione del rapporto contrattuale, per essere stata costretta ad erogare le prestazioni richieste in misura inferiore rispetto alle previsioni della lex specialis di gara, con conseguenti e non preventivabili diseconomie. Il contratto riguardava l’affidamento del servizio di archiviazione e custodia delle cartelle cliniche. ...
Ogni provvedimento di esclusione si genera e...

Il Consiglio di Stato, nel respingere l’appello, ribadisce il principio per cui il partecipante ad una gara di appalto non è tenuto a dichiarare le esclusioni comminate nei suoi confronti in precedenti gare per aver dichiarato circostanze non veritiere, poiché, al di là dei provvedimenti sanzionatori spettanti all’ANAC in caso di dolo o colpa grave nel mendacio, la causa di esclusione dell’omettere le inform...
...

Con il primo motivo l’appellante afferma che la Commissione di gara avrebbe di sua iniziativa introdotto una formula non prevista nella lex di gara e che la votazione sul criterio numero uno sia avvenuta esclusivamente attraverso l’applicazione di tale formula. Con il secondo motivo l’appellante afferma che la formula sarebbe stata creata dalla Commissione dopo l’apertura delle offerte tecniche. Consiglio di Stato, Sez. ...
TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

CUC Terre di Roca e Acaya

piazza Risorgimento, 24 MELENDUGNO (LE)
Tel. 0832832222 - Fax. 0832832545 - Email: unione.terrediacayaeroca.it@legalmail.it - PEC: unione.terrediacayaeroca.it@legalmail.it